Porcini in Liguria

La Liguria è terra di funghi, anche porcini, da est a ovest, dalla Liguria di Levante  a quella di Ponente.

Porcini nel Genovese

Nel genovese, sia nella zona est che nella zona ovest, sono presenti molte zone idonee alla ricerca dei porcini. Partiamo dall’alta Valbisagno: Struppa, Bargagli e Trapena sono tre tra le aree più conosciute e dai fungaioli di Genova e provincia.

Passiamo alla poco lontana val Trebbia, in particolare citiamo e indichiamo il Brugneto, Torriglia, Fontanigorda e Montoggio. Fino alla vicina ma meno prolifica val Polcevera: nei boschi di Torrazza e Sant’Olcese, con esperienza e pazienza, si possono trovare i funghi porcini.

Procedendo invece verso levante troviamo bellissime faggete ideali per la ricerca dei funghi. Pensiamo a Santo Stefano d’Aveto, o alla Val Fontanabuona, fino alla Val di Vara, dove Varese Ligure è nota proprio per essere zona ricca di porcini.

Siamo arrivati verso lo spezzino, dove luoghi come Carro e Sesta Godano non vi tradiranno.




Ma torniamo verso ponente, dal genovese verso il savonese: risalendo il torrente Leira, subito dietro Voltri si può avere fortuna nella zona tra Mele e Acquasanta. E poi oltre verso Masone, Campoligure e Rossiglione.

Porcini nel Savonese

Dove trovare funghi a Savona e dintorni? Sassello è una località nota, come Mioglia e Pontinvrea. Sassello merita una menzione particolare per la qualità del fungo porcino: è infatti riconosciuto che il fungo che nasce nel territorio sassellese presenta qualità di assoluta eccellenza, tanto da far definire la località regno del porcino.

Funghi nel Savonese

Nell’entroterra di Varazze tutto il parco regionale del Monte Beigua è un’area ricca di funghi, in particolar modo è famosa la località di Prato Rotondo.

Rimanendo in zona si passa poi al Monte Ermetta e al Bricco dell’Oca, proseguendo per Pianpaludo e Alberola per arrivare poi nei boschi di Urbe oppure in direzione Savona verso i boschi di Palo nel sassellese, di cui abbiamo già detto.

Più a nord invece arriviamo ai meravigliosi boschi di faggio e di castagno della val Bormida, sul confine col Piemonte: segnatevi Bardineto, dove ogni anno, a Settembre, si tiene la Festa nazionale del fungo d’oro .

Nella stessa zona di Bardineto, sono da menzionare Murialdo, che presenta un ricco sottobosco per arrivare poi nella faggeta del Melogno e a Calizzano, vero e proprio paradiso per i fungaioli.

Porcini nell’Imperiese

Terminiamo la nostra ricerca di funghi porcini in Liguria arrivando alla zona di Ponente, al confine con la Francia; nella zona di Imperia.



La Valle Arroscia è una tra le più favorite dal clima, Aquila d’Arroscia è un luogo ben conosciuto dai fungaioli imperiesi. Così come la Valle Argentina, più stretta e ad ovest della precedente.

Buona raccolta di porcini in Liguria! E abbiate sempre rispetto dei boschi e dei funghi e di tutta la natura!