Porcini in Lombardia

Buona parte della Lombardia è una buona zona per i funghi, segnatamente le zone che dalla pianura si arrampicano verso le Alpi e i confini.

Andare a funghi a Milano

A partire dal capoluogo, dove seppure non ancora in montagna, possiamo trovare  luoghi adatti a i porcini. A nord della città c’è il Parco delle Groane, un parco davvero grande (oltre tremila ettari) che si estende tra le province di Milano e di Monza-Brianza.

Vista del Parco delle Groane

Il Parco delle Groane è noto per le meravigliose pinete di pino silvestre, ed è proprio lì che si possono trovare molte varietà di funghi, tra cui i porcini.

Porcini a Bergamo e Como

Nella Bergamasca la località più famosa per la raccolta dei funghi è la Val Brembana, da  San Pellegrino Terme a Dossena, da Fappolo alla Val Taleggio. Questa zona è particolarmente rinomata per il fungo porcino, non è un caso se proprio qui ogni anno si tiene la sagra “Fungolandia”.




Passiamo alla zona di Como. Qui le zone migliori in cui trovare i funghi porcini sono i boschi di Ronago, Bizzarone, Uggiate Trevano e Drezzo. Ci si può tranquillamente spingere verso il confine svizzero: non si rimarrà assolutamente delusi, soprattutto nella Valle d’Intelvi, nota proprio per gli squisiti porcini.

Miglior raccolta, Sondrio

E arriviamo a probabilmente la zona migliore di tutta la Lombardia, la provincia di Sondrio, ricca di montagne, boschi e porcini.

La Valgerola in bassa Valtellina

Nella Bassa Valtellina ci si può avventurare  tra Albareno, Cosio Valtellino, Bema, Buglio in Monte, Costiera dei Cechi, Pedesina Rasura, Valgerola e Val Tartano. Meno indicata rispetto a queste prolifiche zone, ma comunque buona per i funghi anche l’Alta Valtellina: in particolare ad Oga si possono trovare ottimi funghi porcini.